Relatori

I relatori che interverranno al Festival

Alcuni scatti delle conferenze di Sabato 23 Novembre


DANIELE NOVARA, GENITORI ORGANIZZATI E FELICI 

Fondatore e direttore del CPP, pedagogista e autore. Nel 1989 ha fondato e tuttora dirige il CPP, istituto orientato alla formazione e ai processi di apprendimento nelle situazioni di conflittualità. Ha ideato, progettato e realizzato attività interattive, tra queste la mostra Conflitti, litigi e altre rotture per ragazzi tra gli 11 e i 16 anni e gli spettacoli Anna è furiosa per bambini e Cosa vuoi da me papà? per adolescenti. Ha inventato vari strumenti educativi e formativi: la Conversazione Maieutica, il Cestino della rabbia, il Cassetto delle tracce e il Diario dei conflitti. (Link Wikipedia)


NICOLETTA CINOTTI, CRITICA E AUTOCRITICA – STRUMENTI DI CORREZIONE?

Nicoletta Cinotti, psicologa, psicoterapeuta, blogger e scrittrice si occupa di Mindfulness, scrittura e bioenergetica come strumenti di cura e crescita personale. Ha una formazione presso il Center for Mindfulness, la Metta Foundation e una formazione in Mindful Parenting con Susan Bogels, di cui cura la formazione in Italia. Nel suo Centro vengono proposti interventi di sostegno alla genitorialità e programmi mindfulness per bambini, adolescenti e adulti sia con il protocollo MBSR e MBCT che con il protocollo di Mindfulness Interpersonale. Gestisce un blog che ha all’attivo più di 3000 post e con il quale offre indicazioni quotidiane di pratica nella convinzione che la mindfulness non si insegna ma si condivide. La trovi su www.nicolettacinotti.net. Il suo ultimo libro raccoglie la ricchezza del suo percorso professionale e si intitola “scrivere la mente ovvero come non lasciare che la mente scriva a caso la tua vita“, Morellini e Yoga Journal Editore.


GIOVANNI DEL GENIO DIALOGA CON FRANCESCO CODELLO  – L’EDUCAZIONE INCIDENTALE

Francesco Codello (Valdobbiadene, 1953), filosofo e pedagogista, è stato insegnante e dirigente scolastico, è membro dell’International Democratic Education Network, dell’European Democratic Education Community, fondatore della «Rete dell’Educazione Libertaria», già redattore di «Volontà», di «Libertaria» e ora della casa editrice «Elèuthera», collaboratore di «A Rivista anarchica », attivista nell’«Ateneo degli imperfetti» di Marghera e nel «Centro studi libertari Giuseppe Pinelli» di Milano. È autore di numerosi saggi, prevalentemente su temi educativi, storici e sull’anarchismo, in diverse testate e pubblicazioni italiane e straniere e dei seguenti libri: Educazione e anarchismo (1995), La Buona educazione (2005), Vaso creta o fiore? (2005), Gli anarchismi (2009), Liberi di imparare, (con Irene Stella, 2011), La campanella non suona più (2015); Né obbedire né comandare, lessico libertario (2009); La condizione umana nel pensiero libertario (2017). Ha curato la raccolta di saggi di Colin Ward dal titolo «L’educazione incidentale» (2018) e un’antologia degli scritti libertari di Lev Tolstoj dal titolo «Il rifiuto di obbedire» (2019).


ALESSANDRO VOLTA: L’ALLATTAMENTO SPIEGATO AI PAPÀ

Alessandro Volta nato a Parma nel 1960 dove si è laureato in medicina nel 1986 e poi specializzato in pediatria. Ha Lavorato in ospedale, prima a Fidenza poi a Parma, in neonatologia; da oltre dieci anni è responsabile dell’assistenza neonatale e dei consultori del distretto di Montecchio Emilia. E’ autore del libro Mi è nato un papà , una chiave di lettura al maschile dell’attesa e della nascita di un figlio, che parla delle dinamiche individuali e di coppia che si attivano con la gravidanza e la genitorialità. (Sito Personale)


LUISA LOPEZ, INCONTRO TRA NEUROSCIENZE E MUSICA

Laureata in Medicina e Chirurgia. Specializzata in Neurofisiopatologia. Dottorato di Ricerca, ciclo XIII, in Neuropsicopatologia dei Processi di apprendimento in Età Evolutiva. Ricercatore assistente presso il Medical Center della New York University, Dipartimento di Fisiologia e Biofisica, Laboratorio di Magnetofisiologia (1988-1991); Consulente di neurofisiologia presso il Centro ITAB (Istituto Tecnologie Avanzate Biomediche) dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti (1992-1997); Consulente di neurofisiologia laboratorio di Farmacologia Endocrina, dell’Istituto Superiore di Sanità (1996-2004); Responsabile Medico Settore Non Residenziale Neuropsichiatria Infantile – Centro per le disabilita’ di sviluppo “Eugenio Litta”, Grottaferrata Roma (dal 1999); Scientific Advisor per il progetto Neuroscienze e Musica, Fondazione Mariani, Milano (dal 2000). È didatta presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” (Corso di Perfezionamento in Psicopatologia dell’Apprendimento) e presso l’Università di Roma Tor Vergata (Corso integrato “Neurologia Clinica e Neuroriabilitazione”).


PAOLO LIMONTA, INDIFFERENZA VS UMANITA’

Paolo Limonta, nato a Monza il 13 giugno 1958. Maestro elementare felice presso la scuola del Trotter a Milano, consigliere comunale e presidente della Commissione Educazione del Comune di Milano. Da sempre impegnato sul terreno dei diritti delle persone, lavora per una scuola che metta al centro le bambine e i bambini e la loro felicità attraverso la costituzione di “comunità classe” che vedano coinvolti su questo terreno tutto gli adulti che gravitano attorno alle bambine e ai bambini. Di questo parla diffusamente il libro “Tutti i bambini devono essere felici”, di cui è protagonista,  scritto dalla sua collega Antonella Meiani e pubblicato da Terre di Mezzo. È tra i protagonisti del movimento “E tu da che parte stai?” che ha elaborato il manifesto “Umanità o indifferenza”.


ENRICO GALIANO, BASTA UN ATTIMO PER TORNARE BAMBINI

Enrico Galiano è nato a Pordenone nel 1977. Insegnante in una scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i dieci milioni di visualizzazioni su Facebook. Ha dato il via al movimento dei #poeteppisti, flashmob di studenti che imbrattano le città di poesie. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Il segreto di un buon insegnante per lui è: «Non ti ascoltano, se tu per primo non li ascolti». Ogni tanto prende la sua bicicletta e se ne va in giro per l’Europa con uno zaino, una penna e tanta voglia di stupore.



E tanti altri..


Con la partecipazione straordinaria di

Emiliano Toso

Emiliano Toso, Musicista Compositore e Biologo Cellulare attento alle nuove prospettive dell’Epigenetica e della Nuova Biologia. Con il supporto del biologo americano Bruce Lipton ha creato e sta diffondendo nel Mondo il suo progetto Translational Music. La sua musica promuove stati di rilassamento, riduce i livelli di stress e aumenta l’attenzione e la creatività; viene utilizzata da scuole, ospedali, centri di cura e benessere, scienziati internazionali e gruppi di lavoro nel campo della salute, dell’educazione, del coaching e della gravidanza. (Sito personale)


Prenota su Eventbrite